Che spettacolo!

Un servizio della puntata del 17/04/2017 di Report dedicata ai facili guadagni dell’industria dello spettacolo e dei finanziamenti grazie al “tax credit” che dovrebbero favorire i film d’interesse culturale…

Che film abbiamo finanziato per il loro interesse culturale? Si va da “Sapore di te” di Carlo Vanzina, ad “Amici miei – come tutto ebbe inizio” di Neri Parenti, a “Il ricco, il povero e il maggiordomo” di Aldo Giovanni e Giacomo. E poi ci sono i contributi sull’incasso. “Cado dalle nubi” di Checco Zalone, una delle rare pellicole italiane che al botteghino è andata benissimo, ha ricevuto un milione e novecentomila euro: ne aveva bisogno? Ma la principale forma di sostegno che noi contribuenti garantiamo al cinema è il “tax credit” che vuol dire oltre cento milioni di sconti fiscali ai privati che decidono di investire nel cinema. Per ogni euro investito, lo Stato restituisce loro il 40%. Si scopre che a investire sono state soprattutto le banche: Unicredit, Bnl, Monte dei Paschi, la Popolare di Vicenza. Quanti dei soldi del tax credit sono finiti veramente ai film?

Video (durata di 49′ 55”)

Testo integrale in PDF

Annunci

A tutto sole?

Parte della puntata del 13/12/2015, in questo servizio Report si dedicata al fotovoltaico.

La richiesta di energia elettrica aumenta sempre di più nel mondo. Ogni paese si trova ad affrontare un quesito: costerà di più generare corrente con centrali a gas o con centrali solari fotovoltaiche? Report ha cercato di fare un raffronto tra le due tecnologie, analizzando tutti i costi sia dal punto economico che quello di ricaduta ambientale, dalla sabbia alla cella, dal giacimento alla centrale, fino allo smaltimento e trattamento per il riutilizzo.

Sorgente: Report A tutto sole?

(video di 15′ 50”)

Da Roma a Roszke, il racconto della Balkan Route

Impressionante reportage dal confine Ungherese di Zoro. Andato in onda a Gazebo il 27/09/2015.

Il viaggio di Diego Bianchi insieme a Pierfrancesco Citriniti al confine tra Serbia e Ungheria

Da Roma a Roszke, il racconto della Balkan Route - Gazebo del 27/09/2015

Da Roma a Roszke, il racconto della Balkan Route – Gazebo del 27/09/2015

"from the Hungarian people, NOT its government"

“from the Hungarian people, NOT its government”

Pallanuoto sulle reti Rai :-(

Un po’ stanchi del pessimo servizio riservato agli sport minori sulle reti Rai, cogliamo l’occasione per scrivere alla tv di stato per chiedere spiegazioni e che si cambi atteggiamento.

Ieri per una partita di pallanuoto per la World league (competizione internazionale tipo la Coppa del mondo di calcio) tra disservizi tecnici e qualità pessima dell’immagine ci siamo veramente scandalizzati per la figura pessima che questo sport potrebbe fare ad un neofita.

Di seguito la lettera spedita tramite il servizio per ScriveR@i:

Buongiorno,
vorrei portare l’attenzione ad un problema di qualità dei flussi video in cui vengono penalizzati alcuni sport, in particolare vorrei far presente che le partite di pallanuoto per loro natura hanno bisogno di maggiore qualità di immagine per poter essere seguite.

Per dirla non con parole mie:
“la superficie di gioco in continuo movimento provoca squadrettamenti continui dell’immagine che con una definizione e un bitrate superiori si verificherebbero in maniera proporzionalmente migliore, e la già ridotta riconoscibilità dei giocatori ne subisce un danno definitivo.” (Alessandro Arbocò – parlanuoto.it)

Ieri ad esempio avete trasmesso una partita di pallanuoto di World League (Italia-Montenegro) veramente IMBARAZZANTE, i disservizi tecnici possono anche starci (certo che con questa frequenza non ha senso: vorrei vedere se fosse stata una partita della nazionale italiana di calcio!), ma il problema maggiore è che non si capiva nulla di quanto accadeva in vasca! Le immagini in movimento sono un’accozzaglia di pixel indistinguibili nei momenti clou della partita.
E dire che su Rai HD nel frattempo c’era il Telegiornale di Rai 1! Dev’essere fondamentale vedere le notizie in HD…

Per non parlare dell’immagine (ma potrebbe anche essere un limite mio e del tv LCD 16:9 che uso) che non ho proprio capito in che formato veniva trasmessa!

Quindi cercate di migliorare i flussi video degli sport minori o sempre meno gente sentirà il dovere di spendere dei soldi per il canone.

Saluti.

Sperando che ci siano altri appassionati che vogliono migliorare l’attuale situazione del digitale terrestre.

PS. Tra l’altro un’altro “piccolo” disguido ha guastato la serata. Settimana scorsa la pubblicità dava l’inizio della partita per le 20, poi ieri la guida tv del digitale terrestre indicava le 20:25, peccato che poi sia iniziata verso le 20:20 circa facendoci perdere i primissimi minuti di gioco… è_é

Aggiornamento delle 16:36: Risposta velocissima, peccato che mi rimandano ad un altro indirizzo raiway@rai.it:

in riferimento alla Sua segnalazione, Le suggeriamo di contattare direttamente RaiWay all’indirizzo raiway@rai.it

Grazie per averci contattato.
Cordiali saluti.

Contact Center ScriveR@i

A cui ho già provveduto ad inoltrare l’e-mail.