podisti da strapazzo

Noi che amiamo correre senza stress da classifica, preferibilmente nel verde , senza rinunciare al ristoro, ad una pausa  e al ricco pacco gara, quest’anno siamo a 6

24/03/2013 Stramilano dei 50.000 – Milano

E’ la nostra 7° Stramilano consecutiva, ed ogni volta è entusiasmante correre tra i viali di Milano con migliaia di persone davanti a noi, e migliaia di persone a seguire!! E’ proprio una festa per tutti.

Eppure nonostante le numerosissime edizioni c’è ancora molto di migliorabile. Per prima cosa vorremmo che i viali fossero chiusi al traffico in entrambi i sensi di marcia: correre di fianco alle macchine che sfrecciano in senso contrario non è salutare e non è nello spirito della manifestazione.  Vorremmo che non ci fosse l’”imbuto” all’arrivo: anche se la manifestazione non è competitiva lasciateci correre l’ultimo km ! Vorremmo un ristoro e un pacco gara più “bio”, come sempre ultimamente l’unico stand che apprezziamo è quello dove ci danno la mela!! Ci sarebbe anche da migliorare l’educazione civica di chi attraversa la strada con il cane legato al guinzaglio di 2/3 m mentre tutti corrono , degli automobilisti impazienti, e di chi non fa il tifo !

Cosa ricorderemo di quest’anno? La maglietta gialla e … l’arrivo all’Arena Civica piena di fango! Aver incontrato un amico sul passante!

01/04/2013 36^ Marcia dei ciliegi in fiore – Casterno

Imperdibile appuntamento di Pasquetta da qualche anno, ne apprezziamo sempre il percorso, soprattutto la parte nel parco del Ticino e l’affollata partecipazione che ci permette di godere della vista di un coloratissimo serpentone umano tra le campagne del Magentino, i volontari presenti ad ogni angolo, il pacco gara ricco e risotto per tutti all’arrivo, dove ci si può rilassare sul prato (se non ha piovuto il giorno prima!).

Quest’anno per la prima volta Akiro si è cimentato in una mezza!!! E adesso non vorrei prendermi troppi meriti… ma sicuramente aver tenuto la mia lentissima andatura per i primi km l’ha aiutato ad affrontare con il giusto riscaldamento la seconda parte della gara dopo che ci siamo salutati al bivio. Cosa resterà? Delle belle unghiettine nere a farci compagnia!

01/05/2013 I Cinq Casinott 2013 – 38° Trofeo – Lainate

La corsa del I maggio! Anche in questo caso non siamo mai soli, vista la partecipazione! Si può scegliere tra 7 e 13 km, e i primi 6,5 sono praticamente in comune. Per chi parte nelle “seconde file” è inevitabile l’imbuto a Villa Litta , ma c’è da rifarsi gli occhi! Ovviamente è impossibile sorpassare sul Villoresi (ma tanto io sono “sorpassata”!!! e verso la fine c’è un quasi single-track su un canale di irrigazione per un ulteriore pausa , insomma le “scuse” per tirare il fiato non mancano! Ho fatto i 7 km con mio fratello al suo “battesimo” podistico dell’Alto Milanese nonostante una caviglia malandata, mentre Akiro è andato avanti, e ci ha raggiunti mentre noi beatamente ci pappavamo tutto il possibile al ristoro! Anche qui pacco gara èabbondante; gli sponsor del settore alimentare in zona non mancano! seppur più a taglio “industriale” che “Km0”.

Che dire, non dimenticheremo neanche lo schivare le pozzanghere sul Villoresi mentre tentavamo di raggiungere la partenza in bicicletta!!

23/06/2013 XIV^ Fem 4 Pass a Pè – CANTALUPO (MI)

Abbiamo partecipato per la prima volta a questa manifestazione ed eravamo un bel gruppettino alla partenza!!!  Abbiamo corso ognuno al suo passo, tranne Akiro che come al solito si è sacrificato per farmi compagnia, grazie di cuore! Sei unico!

Il percorso me lo ricordo misto su strada e sterrati in mezzo ai campi coltivati; faceva troppo caldo, era una corsa ad eliminazione! Noi poi abbiamo fatto il duathlon visto che abbiamo raggiunto la partenza in bicicletta. All’arrivo ci hanno dato la medaglia, meritatissima, e una borsa gastronomica, non ricordo cosa ci fosse dentro però! Si vede che me lo sono mangiato troppo in fretta come al solito.

01/09/2013 Km 0 2013 – Pontevecchio di Magenta

Prima corsa dopo il rientro dalle vacanze è stata una scoperta. Il percorso è quasi interamente su strade sterrate, in buona parte nel parco del Ticino; c’erano un migliaio di podisti e direi svariate migliaia di moscerini! ma non ci siamo fatti intimidire e siamo giunti impavidi al traguardo! siamo partiti in 4, i fantastici 4! all’inizio a segnare il passo c’erano le donne , ovvero F.&Imaginaria e dietro gli uomini, Akiro&bro’, poi ci siamo allineati x velocità , davanti A.&F. e con calma Bro&I. All’arrivo risottata! un premio in più per Bro’. Ci è piaciuto il pacco gara con i prodotti del Parco del Ticino, riso, biscotti, salsa, salamino e pancetta!!! il tutto era dentro delle buste di carta personalizzate ad una ad una a tema Avis, un’idea carinissima, grazie a chi le ha dipinte! ce ne siamo accorti solo una volta arrivati a casa e ne siamo stati felici.

13/09/2013 Legnano night run 2013 – LEGNANO

Siamo sempre stati in dubbio se iscriverci, la corsa non è competitiva, però ti danno un chip e pubblicano pure le classifiche!! inoltre la corsa ha un costo non indifferente di 10€, è vero, che abbiamo ricevuto una maglietta «tecnica» , ma c’erano gli sponsor!!!! vista la presenza di più di 2.000 iscritti …

Ci siamo iscritti convinti dal «Capitano» e comunque è stato bello fare i due giri in centro a Legnano; tra le altre cose c’era molto tifo, sia «mirato», ognuno aveva un parente o un amico da tifare, sia «per tutti» quelli che stavano cercando di portare a termine l’impresa. Il percorso è tutto su strada e direi «veloce» anche per la presenza di una discesa che ti invoglia ad allungare il passo. E infatti non sono mai andata così veloce; per prima cosa si parte veloci per partecipare , poi si allunga alla discesa, e infine si cerca di resistere per non arrivare ultimi!!! non escludiamo di rifarla. Anche in questo caso grazie ad Akiro che mi ha fatto compagnia per tutto il tempo, senza infierire!

E la prossima volta dove? 😛 a presto!

Il Macaone: dall’uovo alla farfalla

Un paio di mesi fa’ abbiamo trovato tante minuscole uova arancioni incollate al finocchio selvatico sul balcone che si sono poi rivelate essere di Macaone (Papilio Machaon).

Qui al successivo stato larvale, ancora minuscolo da far sembrare le foglie di finocchio selvatico dei rami d’albero!

Qui qualche giorno più tardi:

E qui un esemplare a 3 settimane dalla scoperta delle uova:

Nel giro di un paio di giorni, da 6 piccoli bruchi ne era rimasto solo uno, decidiamo quindi di salvaguardare la specie 🙂 allevandolo in casa con tanto ammore.

Dopo esserci documentati lo mettiamo al riparo dentro la sua nuova casa, un monolocale ben arredato:

Qui la vedete senza la copertura fatta con un pezzo di zanzariera avanzato.

Il bruco mangia, mangia, mangia, rilascia delle palline marroni e cresce a vista d’occhio. mutando anche d’aspetto.

Gli abbiamo fatto anche il video:

Finché un bel giorno si appende in cima alla scatola legandosi con un filo molto particolare e resistente, ed inizia l’ultima fase della sua muta.

Dopo poco meno di un ora eccolo nella sua nuova forma di crisalide.

Allo scadere del 12° giorno si intravedono le ali all’interno del suo bozzolo, sintomo che da lì a poche ore sarebbe rinato farfalla!

Ed al mattino alle 5:30… 😮

e’ venuto alla luce un bellissimo farfallino! Ci siamo persi il lieto evento ma che soddisfazione!

Indecisi su dove lasciarla

Decidiamo all’ultimo per la Buddleja:

Ed oggi è ritornata a trovarci per pranzo, approfittando della generosa fioritura dell’albero delle farfalle. 🙂

Bibliografia:
thread con le foto delle fasi del Macaone

Come fare la casetta del bruco

Come allevare le farfalle Macaone

E per il supporto morale il mio forum preferito

EDIT del 22 agosto 2015: Ecco altre farfalle nate a giugno 2015: “Il Macaone: dal bruco alla farfalla”

Lo smartphone etico e solidale

E’ l’ora dei prodotti equi e solidali anche per quanto riguarda i prodotti elettronici.

logo_small

Una fondazione olandese (con l’aiuto dell’ONG ActionAid e Conflict-Free Tin Initiative) ha progettato Fairphone il primo smartphone Etico in cui le cui materie prime non sono macchiate dal sangue sparso dai “signori della guerra” o provenienti da miniere che sfruttino il lavoro minorile ed i lavoratori sono tutelati da diritti di lavoro e diritti umani.

Anche le caratteristiche tecniche del cellulare sono di tutto rispetto:

…un processore quad-core MTK6589M con 1 GB di RAM e 16 GB di memoria di sistema. Lo schermo sarà un qHD da 4,3 pollici con vetro Dragontrail Glass e il tutto sarà reso operativo da un sistema Android 4.2, anche se sembra che FairPhone mirasse all’uso di Ubuntu for phones. Il tutto sarà condito da un reparto multimediale con doppia videocamera con risoluzione da 1,3 Mpixel (frontale) e 8 Mpixel con autofocus (posteriore). Nel peso di soli 165 grammi sarà presente un doppio alloggiamento per due SIM (dispositivo dual-SIM), mantenute entrambe attive in modalità DSDS (Dual Sim Dual Stand-by) da una batteria da 2000 mAh, che alimenterà anche il GPS, il WiFi, il Bluetooth e i sensori di luce, di accelerazione e di prossimità. La connettività è garantita da una connessione USB, mentre l’espandibilità avverrà tramite microSD.

(fonte Punto-informatico.it)

Per ora è aperta la prevendita e la consegna è prevista intorno a Settembre-Ottobre.
Il prezzo è intorno a 325€.
Per ulteriori dettagli, foto o caratteristiche o per le FAQ vi rimando al sito ufficiale.

Attualmente secondo il contatore presente sul sito pare che sian stati venduti circa 1686 Fairphone.

amici del Ticino

Ogni volta che passiamo dal Parco del Ticino incontriamo nuovi amici, cerco di capire la specie guardando la sezione sulla fauna del Parco del Ticino sul web.