Frankie hi-nrg mc – “Essere umani”

Album completo di Frankie hi-nrg MC presente su Youtube, testo incluso.

Annunci

Marlene Kuntz, tour e concorso

Una canzone dal nuovo album dei Marlene Kuntz “Il genio (l’importanza di essere Oscar Wilde”, che in questi giorni portano in tour il loro nuovo album “Nella tua luce”.

E su Virgin Radio Italy il concorso per vincere dei biglietti per le date di presentazione.

Se volete sentire l’ultimo album, ecco la playlist su youtube.

Sound city – Real to reel

Tutto l’album merita, tra le tante questa canzone “If I Were Me” di Dave Grohl, Jessy Greene, Rami Jaffee, Jim Keltner:

Whisper all your secrets,
Tell me all your lies.
Screaming your confessions,
Show me where you hide.

Long your roots are lying,
Deep within the dirt.
Love already dying,
Long before its birth.

If i were me, I’d wait forever.
What’s your hurry? What’s your hurry?
Never learn how to say never.
What’s you worry? What’s your worry?
Once upon a time… the end.

Could you hear me calling?
Did you hear me cry?
Do you feel me falling?
Frozen in the light.

Space between the moments,
Pause between the breath.
Sin between the sermon.
Life between the death.

If i were me, I’d wait forever.
What’s your hurry? What’s your hurry?
Never learned how to say never.
What’s you worry? What’s your worry?
Once upon a time… the end.

If i were me, I’d wait forever.
What’s your hurry? What’s your hurry?
Never learned how to say never.
What’s you worry? What’s your worry?
Haunting me for all the bother,
I’m so sorry, I’m so sorry.
Once upon a time… the end.

negrita live assago 11 febbraio 2012

Non si sono risparmiati a Milano davanti a 12.000 persone i Negrita che  hanno suonato per oltre due ore, divertendosi e divertendoci.

Vodpod videos no longer available.

Finalmente ho potuto vedere un concerto!!! e dico vedere perchè di solito stiamo giù in piedi, quindi c’è sempre qualcuno più alto davanti a me… però per quanto riguarda il sentire l’audio dalle nostre parti (e si capisce dove eravamo dai video) era pessimo, soprattutto all’inizio basso e batteria più che suonare vibravano sovrapponendosi in modo strano. Si sentiva benissimo la chitarra solista e questo ci ha ripagati di tutto, io personalmente amo gli assoli “puliti” che contraddistinguono le canzoni, come quello di Un giorno di ordinaria magia, ad esempio.

Beh…non so perchè.. immaginavo che il concerto cominciasse con muoviti dj (che in realtà s’intitola tonight) e invece… non l’hanno neanche poi suonata (ma hanno fatto 26 canzoni, incredibile!!), per me inoltre il finale ideale sarebbe stato transalcolico invece di gioia infinita, ma insomma, questione di gusti… adesso speriamo in un altro tour magari d’estate in qualche club più piccolo dove possiamo vederli da vicino!

Intanto andremo avanti ad ascoltare il loro ultimo album dannato vivere, che pur senza animosità denuncia la situazione dell’Italia, dei suoi politici morti che non lo sanno, dei giovani che devono riprendersi la loro vita, dell’amore che brucia. Quando li ho sentiti ho avuto la bella sensazione come se.. avessero appena incominciato: secondo me tireranno fuori ancora qualche album notevole.