Il Macaone: dal bruco alla farfalla

Anche quest’anno, come nel 2013, le farfalle di Macaone (Papilio Machaon) si sono date appuntamento sul nostro balcone per riprodursi 🙂

A inizio maggio i bruchini si presentavano così sul finocchio selvatico.

Non fatevi ingannare dalla foto la reale dimensione del bruchino peloso è come la punta di una matita.

Qui le larve 3 giorni dopo la “raccolta” nel loro rifugio.

Mentre qui le vediamo ad una settimana dalla scoperta, già belle cicciotte.

Le prime macro, la testa è a sinistra 🙂

Per la serie mangia e…

Questa non è la testa.

11 giorni dopo la scoperta il primo bruco inizia la trasformazione in crisalide appendendosi con un intreccio di fili di seta in una zona un po’ impervia del rifugio!
Si intravede il filo che lo sostiene come un imbracatura.

Mentre in questa notiamo l’intreccio di fili ancorati al telo.

Poche ore dopo un altro bruco trova un posto dove appendersi.

Dopo un giorno è già una splendida crisalide.

Nel video i movimenti del bruco che cerca di spogliarsi della sua vecchia pelle.

Qui parte della pelle persa durante la trasformazione in crisalide

Dopo circa 14 giorni ecco il primo nascituro/a

Quel che rimane del loro “sarcofago”

La crisalide a poche ore da un’altra nascita, si intravedono le ali ripiegate!

Eccola in tutto il suo splendore

Pet therapy 😀

Lasciata riposare su un fiore di facelia

In questo video invece il primo volo, stentato e nervoso, della farfalla.

Arrivederci al prossimo anno! … vi aspettiamo!!!

Annunci

Il Macaone: dall’uovo alla farfalla

Un paio di mesi fa’ abbiamo trovato tante minuscole uova arancioni incollate al finocchio selvatico sul balcone che si sono poi rivelate essere di Macaone (Papilio Machaon).

Qui al successivo stato larvale, ancora minuscolo da far sembrare le foglie di finocchio selvatico dei rami d’albero!

Qui qualche giorno più tardi:

E qui un esemplare a 3 settimane dalla scoperta delle uova:

Nel giro di un paio di giorni, da 6 piccoli bruchi ne era rimasto solo uno, decidiamo quindi di salvaguardare la specie 🙂 allevandolo in casa con tanto ammore.

Dopo esserci documentati lo mettiamo al riparo dentro la sua nuova casa, un monolocale ben arredato:

Qui la vedete senza la copertura fatta con un pezzo di zanzariera avanzato.

Il bruco mangia, mangia, mangia, rilascia delle palline marroni e cresce a vista d’occhio. mutando anche d’aspetto.

Gli abbiamo fatto anche il video:

Finché un bel giorno si appende in cima alla scatola legandosi con un filo molto particolare e resistente, ed inizia l’ultima fase della sua muta.

Dopo poco meno di un ora eccolo nella sua nuova forma di crisalide.

Allo scadere del 12° giorno si intravedono le ali all’interno del suo bozzolo, sintomo che da lì a poche ore sarebbe rinato farfalla!

Ed al mattino alle 5:30… 😮

e’ venuto alla luce un bellissimo farfallino! Ci siamo persi il lieto evento ma che soddisfazione!

Indecisi su dove lasciarla

Decidiamo all’ultimo per la Buddleja:

Ed oggi è ritornata a trovarci per pranzo, approfittando della generosa fioritura dell’albero delle farfalle. 🙂

Bibliografia:
thread con le foto delle fasi del Macaone

Come fare la casetta del bruco

Come allevare le farfalle Macaone

E per il supporto morale il mio forum preferito

EDIT del 22 agosto 2015: Ecco altre farfalle nate a giugno 2015: “Il Macaone: dal bruco alla farfalla”