caos Trenord

Settimana di passione per gli sfortunati pendolari che prendono i treni in quella regione d’eccellenza che è la Lombardia.

Infatti, Trenord in seguito alla variazione invernale degli orari (ed all’introduzione di una nuova tratta) si è trovata con l’annoso problema di dover trovare un macchinista per ogni treno… un problema che fino ad oggi non avevano mai affrontato.La cosa ridicola è per quanto un “software” possa scombussolare i piani e l’assegnazione dei treni, ci sarà pure qualcuno adibito al controllo? In fin dei conti i treni interessati dal cambio erano pochi.
Un dirigente qualsiasi poteva prendersi la briga di verificare 5′ la situazione…

Resta il fatto che agli sventurati pendolari è rimasto ben poco a cui fare appello per farsi sentire.
Qui sotto la mia ultima e-mail in cui spiego le mie disavventure ad Altroconsumo che, oltre ad altre associazioni dei consumatori, porterà avanti una qualche sorta di class action.

Buongiorno,
volevo segnalare la mia disavventura quotidiana con Trenord.
Prendo la tratta Varese-Milano (linea S5) ed al mattino in genere i ritardi accumulati dal mio treno sono nell’ordine dei 30′, questo per tutte le mattine fino ad oggi (mercoledì 12).
Ma l’apice dei ritardi è avvenuto il lunedì sera, quando alle 19.30 sono uscito dall’ufficio convinto di poter prendere il 19.57 da Milano porta Venezia ma uno dopo l’altro son stati cancellati i treni: prima il 19.57, appunto, poi il 20.27, e quindi il 20.57 che in un primo momento era sparito dai tabelloni è ricomparso con 30′ di ritardo (vedi foto) che alla fine mi ha portato a Parabiago intorno alle 22!

Oggi per scongiurare lo stesso nefasto esito ho preferito verificare dall’ufficio lo stato dei treni attraverso il sito www.my-link.it/mylink/ ed ho visto che i treni delle 18.27 e 18.57 da Milano porta Venezia erano stati cancellati.
Fortuna vuole che son riuscito a trovare un passaggio in macchina altrimenti non so come sarei potuto tornare a casa in tempo per altri impegni.

La beffa, che si aggiunge ai già molteplici disservizi, è che in una passata occasione ho richiesto all’ufficio reclami il perchè della differenza di trattamento in fatto di rimborsi tra la mia stazione (Parabiago) ed altre sulla stessa linea (ma diversa direttrice) in fatto di bonus. Infatti, mi è stato detto che “con la sottoscrizione del contratto di servizio” Parabiago è considerata appartenente alla linea S5 che, ad oggi, non ha mai avuto diritto al bonus, mentre la “direttrice 4” a volte è presente tra le aventi diritto.
Strano perchè, al contrario di altre stazioni durante scioperi o soppressioni, i pendolari come me non possono far affidamento ai treni in partenza da Milano porta Garibaldi vedendo ridotte le possibilità di tornare a casa.

La situazione generale dei treni pendolari è agghiacciante, il massimo che possiamo fare è lamentarci con l’ufficio reclami e sentirci rispondere che sono in arrivo nuovi treni o che si tratta di sporadici disservizi legati alla manutenzione dei treni. Peccato che solo chi prende i mezzi sappia come realmente stanno le cose…

Speriamo in un rimborso perchè siamo esasperati dal muro di gomma di Trenord.

Saluti.

trenord_milano_porta_venezia

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...