Caro Governo

Dopo la lettera di Imaginaria al Governo Tecnico anch’io vorrei dire la mia.

Caro Governo,
ti scrivo questa lettera confidando (quasi religiosamente) sulla tua buona fede che in seguito ad un’amnesia ti sia dimenticato di tutti i problemi, sperperi e tagli assurdi apportati in questi anni e sollevati dai vari RizzoStella, Report, Presa Diretta, LaVoce.info, Espresso, … Vorrei comunque ricordarteli qui, come promemoria a tuo futuro uso e consumo. Auguri.

ECONOMIA l’Italia è anche il paese del “nero”, secondo l’Agenzia delle Entrate abbiamo un sommerso intorno ai 300 miliardi, che dà luogo a 120-150 miliardi di evasione favorita proprio dal grande uso di denaro contante. Dobbiamo immaginare un sistema automatico, che induca tutti i contribuenti a pagare le imposte spontaneamente e che non pesi sui contribuenti onesti cercando di abbattere il grosso del sommerso composto dalle piccole transazioni quotidiane di 10,20,50 o 100 euro.
Sottoscrivere l’accordo con la Svizzera che consente di recuperare con una tassa una tantum tra il 19 ed il 30% dei capitali depositati, accordo già sottoscritto da Gran Bretagna, Germania e Austria. Inoltre ogni anno la Svizzera fa per conto terzi il prelievo fiscale del 25% sui profitti prodotti da questi capitali consegnandoli ai paesi d’origine dei proprietari. (isegretidellacasta)
Rimuovere subito le sanatorie per manager, banche e società! Chi ruba soldi per proprio conto toglie risorse alla comunità e quindi introiti per lo stato visto che la maggior tassazione avviene per le persone comuni e non per i gli per ricchi (ilfatto)

GOVERNO E POLITICA Tagli ai doppi incarichi, non devono esistere sindaci parlamentari o altre malformazioni politiche. Chi ricopre una carica istituzionale non può averne un’altra che porti via tempo alla prima.
I parlamentari devono essere presenti e lavorare da lunedì a venerdì, non tre giorni a settimana, dal 12 gennaio 2011 l’Aula è stata convocata 68 giorni su 198 e mai (mai!) di venerdì.
Ci sono troppi parlamentari e sono pagati troppo, un criterio equo può essere quello di commisurare lo stipendio dei parlamentari al benessere economico dei propri cittadini, e quindi ad una misura (per quanto imperfetta) di questo: il Pil pro capite (lavoce.info)
Rimborsi elettorali sono troppi e squilibrati rispetto alle spese! Si chiamano rimborsi non bonus! Va messo un tetto sia alle donazioni da privati che ai contributi dello stato. Il fine della legge è rimborsare le sole spese elettorali, allora è ragionevole che i rimborsi non superino una soglia ottenuta moltiplicando per 0,52 (in base al costo più basso del voto in base al rapporto più basso tra spese elettorali accertate dal Collegio di controllo delle spese elettorali e numero di elettori) i voti effettivamente ricevuti da ogni partito. Se applichiamo questa regola alle elezioni del 2008, troviamo che si potevamo risparmiare più di 440 milioni di finanziamento pubblico ai partiti in questa legislatura (lavoce.info).
E data la spesa fino ad oggi bisogna annullare il pagamento dell’ultima tranche del contributo ai partiti.
Abolizione quell’infame leggina che consente a chi regala denaro ai partiti di avere sconti fiscali 51 volte più alti di quelli concessi a chi dona soldi alla ricerca sulle leucemie infantili.
Le agendine se le possono comprare i parlamentari con i loro soldi (liberoquotidiano.it), pagare 950 mila euro più IVA ogni anno per dare a ogni senatore circa 70 agende è da pazzi!!
Niente appalti per nuove auto blu! Cos’è uno scherzo? siamo tra i paesi con più auto blu! Riparatele o usate i mezzi pubblici o andate in bicicletta come nel resto dell’Europa, che fa bene a voi, all’ambiente ed a noi perchè risparmiamo. Le auto blu vendetele!
Trasparenza sui voli di stato: aeroporto di partenza, di arrivo, chi c’era a bordo, dove andava e perché aveva quel tale ospite con nome e cognome. (corriere)
Voi politici avete troppo potere, spazio, soldi. Razionalizzate gli uffici, le sedi ed accorpate tutti in pochi stabili. Vedrete diminuire le spese. A cosa serve un nuovo ufficio a Casini ? Recentemente s’è trasferito a poche decine di metri di distanza dalla Camera: un loft di 90 metri quadrati nel Palazzo Theodoli-Bianchelli, dove hanno sede vari gruppi parlamentari, fra cui quello dell’Udc. Il nuovo ufficio, che ospitava due segretari di presidenza che a loro volta si sono trasferiti nell’ex ufficio di Casini, è della stessa grandezza, del medesimo prestigio e del medesimo privilegio. (isegretidellacasta)
Tagliate la squadra di calcio del Ministero di Grazia e Giustizia, una squadra di calcio di Serie D la romana Astrea (girone G) che ha assunto a tempo indeterminato giocatori di calcio con mansioni che non svolgerà mai e con stipendi da statali!
A casa Silvia Garnero, 28 anni, è assessora alla Provincia di Milano, raccomandata dalla Santanchè ed a casa ogni persona che risulti essere raccomandata (unita)

PENSIONI Oggi deputati e senatori che durante il mandato istituzionale intendono continuare ad accumulare anche la pensione, possono farlo versando soltanto il 9% della retribuzione relativa alla loro vecchia attività: magistrato, professore, medico, dirigente d’azienda… Il restante 24% è un contributo figurativo che grava sulle casse dell’ente di previdenza. Cioè quasi sempre dello Stato. Porre l’intero 33% a carico del beneficiario sarebbe una misura di giustizia elementare (corriere)
Ci sono 2330 pensioni pagate ad ex parlamentari che ci costano 219 milioni di euro l’anno e che di questi soldi solo 15 milioni corrispondono ai contributi da essi pagati, mentre i restanti 204 milioni ce li mettiamo noi. sono ben 200 gli ex parlamentari che prendono anche la pensione da ex consiglieri regionali! Una doppia ricchissima pensione come se avessero vissuto due vite da privilegiati al posto di una! Tagliatele! Date un senso ai vostri appelli di Equità! (isegretidellacasta)
Le baby pensioni sono state un regalo, ma sono insostenibili sia economicamente che moralmente! Se in passato si è fatto un torto si ha l’obbligo morale di rimediare. E molte sono veramente ricche! Tagliatele o fate tornare al lavoro chi è andato in pensione sfruttando regali in tempi di “vacche grasse” (isegretidellacasta)

PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Tetto agli stipendi, massimo 200 mila euro lordi l’anno, Bonus inclusi! Se ci saranno dirigenti non più intenzionati a lavorare per il pubblico che vadano pure via. Al giorno d’oggi non è pagando di più che si ha di più!
Stabilire che per i consigli delle società pubbliche (tutte, senza esclusione) non ci possano essere più di tre amministratori e vietare per almeno cinque anni a chi ha avuto un incarico elettivo o di governo di diventare consigliere. Sparirebbero d’incanto molte delle circa 7 mila società controllate da enti locali e Stato. Almeno quelle che servono solo a dare una poltrona ai trombati.
Piefrancesco Guarguaglini è stato allontanato dalla presidenza di Finmeccanica con una buonuscita di 5,5 milioni di euro, versati sul suo conto dai fondi di un gruppo statale, controllato dal Tesoro. Paolo Scaroni, amministratore delegato di Eni, percepisce 4,3 milioni di euro l’anno, mentre i vertici di Enel – che aumenta di continuo le tariffe – Fulvio Conti e Umberto Quadrino, superano i 2 milioni e mezzo l’anno di retribuzione. Sono pugni nello stomaco ai cittadini! Simili persone non sono manager ma succhia soldi, gente che fa affossare le aziende, le svaluta e che magari da “da mangiare” a qualche amico tramite gli appalti e che poi per allontanarli si prende una buonuscita d’oro, mettete un tetto anche a quello perchè sono sperperi che arrecano anche un danno d’immagine: cornuti e mazziati! (isegretidellacasta)
Invece di fossilizzarvi sui programmi proprietari puntare all’Open Source che farebbe risparmiare alle casse dello stato delle belle somme (anche per quanto riguarda il sito della Rai).

REGIONI Mettete un tetto a tutti gli stipendi pagati dalle regioni (consulenti inclusi) anche a quelle autonome, gli sperperi sono sperperi. Assumere un consulente da 150 mila euro per salvaguardare una pianta seppur rara (e ci credo con questi prezzi!) è un affronto. Come il mettere a pensione a 2.335 euro al mese Zorro, il vecchio cavallo donato dal governatore a Villa delle Ginestre, dove curano i pazienti con lesioni spinali, perché sia usato per l’ippoterapia. Praticamente il doppio di quanto costa il trattamento di un purosangue compresa la fisioterapia in piscina… Pietro Giamborino, dopo una sola legislatura da consigliere regionale della Calabria, è appena andato in pensione a 55 anni. Mettere un tetto alle «spese di rappresentanza» dei presidente dell’assemblea regionale: a Francesco Talarico sono stati stanziati per il 2012 la bellezza di 185 mila euro, più del doppio di quanto costò ai tedeschi nel 2006, sotto quella voce, il presidente della Repubblica Horst Köhler. Troppe le spese anche negli immobili e nelle spese di rappresentanza all’estero (157 piccole “ambasciate” pagate con i soldi dei contribuenti!). (corriere)
Lo Stato non può intervenire sulle autonomie regionali, pena l’immancabile causa alla Consulta? Il governo potrebbe aggirare l’ostacolo decretando un taglio ai trasferimenti alle Regioni corrispondente alla differenza fra gli 8 euro pro capite e la spesa attuale. (corriere)
Il 28 marzo scorso sul Bollettino Ufficiale della Regione Lazio è stato pubblicato il bando di appalto per la costruzione di una nuova ala del Consiglio. Due palazzine da tre piani, più uno interrato: il tutto alla modica cifra di 7.939.360 euro, comprensivi di costi di progettazione. Aggiungendo l’Iva l’importo cresce fino a sforare i 10 milioni di euro. Tagliare! (isegretidellacasta)

DIFESA ED ARMAMENTI Spreco rilevante ed assolutamente inutile di denaro pubblico l’acquisto preventivato nei prossimi anni di circa 90 esemplari del,caccia di quinta generazione JSF F-35 (costo attuale di solo acquisto oltre 10,miliardi, almeno 30 miliardi con il mantenimento).

SPORT Partiamo dal calcio, leggi che servono a tenere in vita squadre di calcio il cui unico scopo è quello di narcotizzare le menti delle persone, in un contesto di partite truccate da arbitri, giocatori, allenatori, e con molti dubbi su doping e quant’altro. Non ha senso per lo stato sostenere un debito simile agevolando società di calcio che ormai non hanno più nulla di sportivo. Tetti ai bilanci delle squadre, niente agevolazioni ad aziende private il cui unico scopo di lucro ha portato al collasso il sistema.

Infine ti chiedo di tenere fuori corrotti e corruttori dai tuoi banchi del parlamento e ai piani alti delle tue società perchè alla base dei problemi italiani e mondiali ci sono uomini disposti a tutto pur di arricchire se ed i proprio amici. Per far questo bisogna puntare molto su stampa ed informazione libera da controlli privati, una democrazia partecipativa e ratificando immediatamente la Convenzione Europea anti corruzione (Criminal Law Convention on Corruption).

Caro Governo se vuoi realmente aiutarci devi un po’ ripensare alle tue priorità e rivedere in toto la società che si è creata con anni di liberismo.

Firmato
Un comune cittadino

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...