vacanze isola d'elba

Isola d’Elba

A luglio abbiamo trascorso le nostre meritatissime vacanze in un’isola straordinaria. Ecco il foto-racconto.

Le spiagge. Per noi che non amiamo la folla ed il caldo torrido e frequentiamo le spiagge dalle 17.00 in poi sono fantastiche, soprattutto a nord dell’Isola; il mare è trasparente, l’acqua era un brodino come piace a me (a me non piace entrare nell’acqua fredda!!); e si vedono i pesciolini, anche per chi non vuol nuotare al largo il divertimento è assicurato.

A spasso tra Viticcio e Procchio, senza auto! per completare il percorso ci abbiamo impiegato un po’ soprattutto perchè non è segnalato, quindi il primo giorno, ad un certo punto non sapevamo più come proseguire; una signora molto gentile, che ci aveva visto vagare dalla barca ci ha riconosciuto in località Forno e ci ha spiegato la strada, così, quando abbiamo riprovato un paio di giorni dopo, abbiamo completato il giro; è molto bello; da Viticcio si passa per i boschi, sempre con vista mare; poi si scende e si attraversano le spiagge di Forno, Bideri e Biodola, poi c’è una parte di percorso “napoleonico” che passa attraverso delle grotte “della salute”, e poi si alternano tratti nei boschi con discese in piccole spiaggette; noi siamo riusciti a beccare una deviazione con un panorama stupendo da cui si vedeva il nostro punto di partenza (+o-), Enfola.

Le farfalle si mimetizzano, ed in alcuni tratti, numerorissime, ci precedono e ci fanno strada. Oltre alla farfalla che in foto vediamo verde, ma che ha le ali gialle; ne abbiamo viste altre marroni mimetizzarsi tra i rami, con le ali rosso fuoco. Quella fotografata al centro, oltre che bellissima, mi ha fatto disperare perchè ad un certo punto della vacanza la card della macchina fotografica digitale ha iniziato a non funzionare; non vi diciamo la difficoltà di trovare un fotografo aperto; alla fine a casa Akiro è riuscito nel miracolo di ripescare le foto perse, grazie!!

I tramonti, le birre, gli alberi, sono solo alcune delle emozioni che si vivono sull’Isola

Le bici e in bici dappertutto. Soprattutto nella seconda parte della nostra vacanza vicino a Capoliveri abbiamo potuto fare qualche giro in bici, anche se l’itinerario principale segnalato, in realtà è una strada sterrata dove passano moltissime macchine dirette ad un residence di lusso, e praticamente tornavamo a casa impanati dai SUV, stessa fine che facevano i podisti costretti a mangiare la polvere; la cima del monte Calamita non ce la siamo lasciati sfuggire, ma il caldo ci ha stroncati e ci sarebbero moltissimi giri da provare, attenzione ai cinghiali! però abbiamo trovato un punto panoramico eccezionale dove riposare e passare buona parte dei nostri pomeriggi appagati dal paesaggio; inoltre su queste strade abbiamo incrociato tanti volti simpatici.

Annunci

3 thoughts on “vacanze isola d'elba

  1. Vi chiederei la cortesia di indicarmi il periodo che avete fattoi, dove avete pernottato,e se le bici è necessario portarle da casa. Scusate, sto organizzando una vancanza simile, e conoscere i posti e le impressioni delle persone mi è utilissimo.
    Grazie mille
    Paola
    plamnz@racine.ra.it

  2. Vi chiederei la cortesia di
    indicarmi il periodo che avete fattoi, dove avete pernottato,e se le bici
    è necessario portarle da casa. Scusate, sto organizzando una vancanza
    simile, e conoscere i posti e le impressioni delle persone mi è
    utilissimo.
    Grazie mille
    Paola
    plamnz@racine.ra.it

  3. ciao, scusa il notevole ritardo ma siamo un po' assenti in questo periodo… sarà il caldo o le belle giornate passate in bici 😉

    posso dirti che noi l'anno scorso siamo andati in 2 campeggi uno in zona capoliveri che però non sono certo se consigliare o meno (Croce del Sud), campeggio così così, ma zona spettacolare per il giro intorno al monte calamita ed altro…
    L'altro (La Sorgente) in zona Portoferraio invece era molto bello, a due passi da una spiaggia magnifica, unico neo il "ristorante/bar"… ed il fatto che era come punto di partenza per girare in bici era un po' scomodo per le troppe salite e pochi percorsi.

    Noi le bici le abbiamo portate, se hai qualcosa di particolare, imho conviene portarle.

    Noi siamo andati a luglio, se non erro.. ma se proprio devi andare per girare in bici conviene andare in mesi meno incasinati dato che c'erano macchine ovunque… e noi tornavamo al camping impanati dalla polvere ogni volta.
    Quindi, meglio maggio/giugno o settembre/ottobre.

    ciao

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...