è_é Alcune considerazioni sulle multe ai ciclisti

Come molti fanno notare, non si parla di vero e proprio accanimento verso la categoria dei ciclisti, che va dalla mamma che porta a spasso il bimbo, al mega-iper-tecnico uomo con la bicicletta da corsa. Però, le infrazioni ci sono e mi sembra che siano aumentate in questi ultimi tempi!
Ma a parte questo, i problemi dietro all’ultima manovra (anti cafoni? anti indisciplinati? anti cosa?) del governo sono anche molti altri.

Per prima cosa se proprio si vogliono paragonare i ciclisti agli altri veicoli sarebbe auspicabile che ci fossero anche delle strade adatte alle bici, perchè attualmente la viabilità è maggiormente concentrata alle quattroruote. Le vie che vedo e percorro di norma sono per mezzi con un tipo d’ingombro e velocità, praticamente opposte alla mia piccola e lenta mountain-bike.

Sorgono così alcuni problemi che vengono risolti, anche in maniera errata lo ammetto.
Se capita di tagliare per un divieto è per evitare di passare in una strada traffica: per non respirare lo smog dello "scatolettato" di turno (causa di tumori) che sta bello tranquillo con il suo climatizzatore e con il ricircolo d’aria ed anche per evitare di mettere a repentaglio la mia vita con veicoli che ti fanno il "pelo" al manubrio. Perchè dovrei farmi venire il tumore io che ho deciso di non inquinare? E’ il colmo.

Quanti paragonano gli attuali provvedimenti con il resto dell’Europa dimenticano che si tratta di situazioni completamente differenti dalla nostra, per cultura e per viabilità. La reale situazione italiana, è quanto di più bieco ci si possa aspettare: in cui si parla di ciclabili solo sulla carta ed addirittura certi comuni si fregiano di titoli altisonanti ed immeritati. E non è solo una questione di piste ciclabili, c’è tutt’altra diffusione e civiltà.

Non sto dicendo che sarebbe lecito dar carta bianca ai ciclisti, ma un minimo di buonsenso me lo aspetto! Se un ciclista prende un contromano mettendo a repentaglio la sua o altre vite (o cose) è giusto multarlo, ma a me sembra che di questi sensi unici impraticabili da auto e bici contemporaneamente ce ne siano veramente pochi, così stretti intendo.
Sorgono ogni giorno, moltissimi sensi unici per le città che poco prima erano dei perfetti doppi sensi, cosa costa alle amministrazioni comunali renderli ciclabili in entrambi i sensi? nulla eppure non lo fanno.
Stesso discorso per il semaforo, se non c’è un reale pericolo (incrocio deserto, eccellente visibilità e scarso traffico, ecc…) non vedo perchè lamentarsi di tali pratiche, che anzi, permettono di respirare meno smog (meno tumori) e di lasciar libero l’incrocio prima con enorme sollievo per quanti preferiscono sgasare e partire a razzo (quante volte vi è capitato di avere auto alle spalle che si sente che fremono di passare?? bhe, succede.)

Ci vuole buonsenso, e quello non sta scritto nelle leggi.

E bisognerebbe andare alla radice del problema. Dire che ci sono comportamenti errati che vanno puniti con tutte le forse non risolve certe situazioni pericolose e nemmeno incentiva l’uso di un mezzo che è molto più equo e popolare dell’auto (diversi costi, consumi, diffusione, inquinamento… continuo?). Le leggi devono essere rispettate, ovviamente, ma quando sono proprio le regole (o meglio i legislatori) che spingono la popolazione in direzione dell’auto che si fa? Quando nel resto d’europa si parla (da anni) di mobilità sostenibile e si incentiva il trasporto più "ecologico, ergonomico, sicuro, economico e tempestivo".

Sono questi i rimedi per poter salvare vite umane direttamente (morti schiacciati dalle auto) ed indirettamente (inquinamento)?
Io ho dei forti dubbi. Sono dell’idea che si sta andando verso un futuro con molte meno bici e tutto cio che ne consegue.

ps. a quando dei semaforo che segnalino quando sta per diventare verde così da poter spegnere il motore nell’attesa? basterebbe accendere il giallo (con rosso acceso) qualche secondo prima per poter riaccenderlo.

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...