è_é "5 per mille" ai terremotati? No

Ogni giorno si sentono di attacchi a qualcosa di etico ed utile. Prima ai valori sull’ambiente, ridicolizzandolo ad un semplice partito dei "NO" o ad un esempio di spreco in un epoca di crisi. Adesso è la volta del partito dei solidali, tutte quelle associazioni gratuite e portate avanti da volontari che vivono grazie ai soldi che noi destiniamo attraverso il "5 per mille".
Ecco un articolo, che condivido in toto, di Gennaro Carotenuto:

“5 per mille” ai terremotati, solidarietà in disprezzo dell’Italia solidale

La possibilità di donare il “5 per mille” dell’Irpef destinandolo ai terremotati dell’Abruzzo incontrerà il favore immediato di centinaia di migliaia di italiani ma è una fotografia reale del disprezzo del governo per la società civile del nostro paese.

Il cinque per mille è infatti una delle poche maniere partecipative che hanno i cittadini della Repubblica per decidere come viene destinata una parte minima ma significativa (un duecentesimo) delle loro tasse. E’ così che si finanziano associazioni, enti di ricerca, ong, organismi di solidarietà, no profit, terzo settore. E’ così che si finanzia l’AVIS, alla quale migliaia di persone devono la vita attraverso il sangue, oppure l’ANT, l’associazione che si occupa gratuitamente a domicilio dei malati oncologici terminali, supplendo alle carenze della sanità pubblica e alla quale chi scrive fin dall’inizio destina e chiede di destinare il proprio “5 per mille”.

(continua su www.gennarocarotenuto.it)

Forse bisognerebbe prendere una decisione importante come quella di ridimensionare quel "8 per mille" che la Chiesa spende "maldestramente" in marketing (vedi Dossier "Chiesa, quanto ci costi?") e che grava pesantemente ed unicamente alle casse del nostro stato.

Annunci

2 thoughts on “

  1. E pensare che le associazioni di volontariato non solo tappano i buchi di uno Stato assente, ma spesso sono l’unica realtà che concretamente si adopera per gli altri, nel lavoro silenzioso di chi non ha bisogno di apparire e nel “dare” riceve molto di più…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...