è_é A spasso per Milano per colpa di Itinero.

Solita danza tra biglietterie, call center e assistenza ai clienti per colpa della carenza d’integrazione tra gli enti preposti al trasporto pubblico.

Ieri (23 ottobre 2008), in possesso dell’abbonamento Itinero (cartaceo-magnetico) Settimanale Integrato Area grande per la settimana del 20/10-26/10, mi sono recato presso una delle macchine automatiche per la vendita di biglietti integrati poste a Milano Porta Garibaldi tra l’ingresso della metropolitana ed il passante ferroviario.
Ho inserito la tessera Itinero e ho scelto l’abbonamento, successivamente mi sono stati chiesti i 20.30€. Inseriti ed Oplà! biglietto fatto. Ma qui sorge il problema.
il giorno sucessivo, infatti, mi sono accorto che la data riportata sulla ricevuta cartacea relativa all’abbonamento riportava come data di validità la settimana dal 20/10 al 26/10!
Praticamente l’emettitrice automatica aveva emesso un settimanale di cui ero già in possesso! Vedo che sulla ricevuta c’è un numero verde ATM (800 808181) e decido di chiamarli subito. Al telefono l’operatore si stupisce dell’errore della macchinetta e mi dice di recarmi in uno qualsiasi degli ATM POINT dove possono modificare la settimana di validità ed ovviare all’errore.

Decido di passare all’uscita dall’ufficio all’ATM POINT di Cadorna, sicuro che il tutto sia abbastanza rapido ed indolore (nonostante i problemi passati), sono le ore 17.30. Purtroppo, però, vengo accolto con un categorico "nulla da fare", in quanto, a detta degli impiegati: La tessera è Trenitalia e per cui loro (ATM) non possono modificare nulla. L’unica alternativa è andare in una biglietteria Trenitalia che sicuramente lì potranno effettuare la modifica.
Espongo le mie perplessità riguardo ad un probabilissimo imminente jo-jo umano tra ATM che mi rimbalza a Trenitalia e viceversa e gli addetti ci ripensano e decidono di contattare il centro ATM in Duomo per maggiori informazioni.
Attendo fiducioso qualche decina di minuti.

Finalmente richiamano e gli operatori cercano una soluzione al mio problema (nuova tessera ATM e caricare un abbonamento? no; rimborso del biglietto? no; modifica della validità sulla tessera Itinero? no)… invano.
Al termine della telefonata mi viene esplicitamente detto per l’ennesima volta che ATM non può metter mano ad una tessera Trenitalia e che mi devo recare in una qualsiasi loro biglietteria. Non troppo sorpreso mi dirigo verso Milano Porta Garibaldi.

Lì mi sento rispondere con un altro "no" categorico. La tessera ricevuta presenta ATM per cui devo assolutamente rivolgermi a loro, tutt’al più posso recarmi all’ufficio per i rapporti con i clienti presente a Milano Centrale (l’assistenza è ormai chiusa a Garibaldi da mesi) per vedere se mi rimborsano l’abbonamento.
Sempre meno sorpreso dello scarica barile delle nostre aziende di trasporti, vado in Centrale e lì al binario 22 (assistenza clienti).
Mi tocca sentir per l’ennesima volta che loro non possono far nulla e che è compito di ATM ricaricare correttamente l’abbonamento o rimborsare l’abbonamento magnetico di cui ero già in possesso.

Confuso, amareggiato, nonche con un sentore di "presa per i fondelli", opto per un reclamo a Trenitalia in cui chiedo il rimborso dell’abbonamento in più.
Sono le ore 19.20.

Ricapitolando: 2h circa buttate via (e si accumulano con le altre nel giro di 2/3 mesi), correndo tra una stazione e l’altra, tra una versione e l’altra.

Ora attendo "fiducioso" il responso del reclamo dato che 20.30€ sono una cifra ragguardevole per le mie finanze.

Scriverò ai soliti enti ma so già cosa mi diranno.
Il comune scaricherà il problema sui Trenitalia ed ATM.
La provincia cadrà dalle nuvole e concorderà con il comune.
La regione o Trasporti Regionali (che ha emesso la tessera Itinero a detta dell’ufficio clienti di Milano Centrale) mi dirà di rifarmi su Trenitlia e/o ATM.
ATM dirà che assolutamente sono dispiaciuti ma la responsabilità di tutto è di Trenitalia in quanto han rilasciato loro la tessera Itinero e diranno di reclamar da loro il rimborso.
Trenitalia, dirà che assolutamente sono dispiaciuti ma la responsabilità di tutto è di ATM in quanto ho effettuato presso una loro macchinetta automatica l’acquisto (come riportato sulla ricevuta) e diranno di reclamar da loro il rimborso.

Io adesso che faccio????

Mi è anche stato detto che non si possono acquistare gli abbonamenti elettronici per la settimana successiva di giovedì nelle emettitrici automatiche (ma solo da venerdì), peccato che non risulta dal volantino ufficiale e che nelle stazioni di Trenitalia abbiano sempre fatto riferimento al giovedì come primo giorno utile per l’acquisto.

Ho trovato anche che esiste un rimborso per i biglietti acquistati online "in caso di errato acquisto (acquisto di due biglietti intestati alla stessa persona e validi sullo stesso treno)"… vediamo che mi rispondono per il mio caso.

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...