Quando sei nato non puoi più nasconderti (regia di Marco Tullio Giordana _ 2005 _ 115′ _ Drammatico)

‘sto bambino fa di tutto per innervosir lo spettatore, e ce ne vuole per cader dalla barca poi -_-

Mah… le buone intenzioni ci sono tutte, la storia è attualissima dati i problemi di integrazione del popolo italiano, peccato che sia troppo caotico ed incomprensibile per lo spettatore.
Il film basa i presupposti sull’avventura che vedrà costretto a vivere un bambino di nome Sandro (Matteo Gadola), figlio di un ricco industriale e che attraverso la condivisione della sofferenza vedrà cambiare il proprio punto di vista verso gli "stranieri".
Ho trovato poco realista il comportamento del bambino che accetta incodizionatamente il prossimo, troppo caparbio, per nulla simile a quello che proverebbero e farebbero i giovani d’oggi.

Il finale poi è un incognita, durante la visione ho pensato: se finisce adesso è una ca****a pazzesca, ed è proprio finitò lì! O_O

Boh, se c’è qualcuno che me lo spiega è il benvenuto. Secondo Imaginaria sarebbe a significare la poca forza (di persuasione? di impatto?) che hanno i bambini nel poter scegliere e modificare la società moderna…

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...