è_é Berlusconi è il cancro della democrazia

Berlusconi è sempre più sfacciato nei suoi interventi, ormai non ha più ritegno nemmeno per il pensiero degli italiani e di fronte alla salva di fischi riesce solo a ridere sotto i baffi. Tanto il potere è in mano sua e ben presto sarà ancora più intoccabile… La storia si ripete.

E poi a cosa serve rinviare i processi meno urgenti (a parere suo) di un anno? Al termine dell’amnistia dovranno comunque esser ripresi.

Ma gli italiani che l’hanno votato, sono contenti delle sue azioni e del suo continuo operare per "pararsi il culo" in barba alle leggi (tanto ci pensa lui a dettarne di nuove…)? Accettano passivamente il tutto solo per aver qualche briciola di attenzione ogni tanto, un finto interesse che porti ad una finanziaria che aiuti il proletariato ad uscir dalla morsa di povertà che lo attanaglia? Legittimiamo il padrino per aver qualche favore, insomma?
A detta di due sondaggi del Corriere: no, dovrebbe evitare di rifiutare anche processo il processo Mills e no, non è giusto approvare una legge che preveda l’immunità per le più alte cariche dello stato.

Stupisce lo stupore. Ma come: Berlusconi rinuncia a diventare uno statista per sistemare le sue tv e i suoi processi? Ma non era cambiato? In realtà, in questi 15 anni, tutto è cambiato tranne lui. Lui non ha mai fatto mistero di quel che è. Fin da quando, alla vigilia dell’ingresso in politica,confidò a Montanelli e Biagi: “Se non entro in politica, finisco in galera”. Infatti da 15 anni, che governi lui o gli “altri”, il Parlamento italiano è mobilitato per salvarlo dai processi.

(fonte VoglioScendere)

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...