La marcia dei pinguini

Documentario il cui troppo parlarne è stato deleterio, non dico che sia da scartare a priori, però per chi non è a digiuno di simili meraviglie la cosa può sembrar abbastanza ripetitiva… senonchè il regista si è inventato una trovata ancor più "spettacolare" ed è così che Luc Jacquet ha sviluppato il tutto in chiave puramente umana: i paragoni e le contrapposizioni con noi esseri altamente sviluppati e complessi si sprecano.
Tutto è riconducibile ad un comportamento comune agli uomini: la cosa può apparir interessante ad un bambino o a quanti non han ben presente la vita riproduttiva del pinguino imperatore però, al sottoscritto, (che avrà visto documentari simili passare sulle reti Rai almeno 5 o 6 volte) un po’ annoia…. anche per il fatto che aggiunge nulla o poco ai fatti già conosciuti.

Certo, la storia si avvale anche di una scenografia di tutto rispetto, è veramente una natura incantata. Vien voglia di prender il primo volo per il polo e far visita a quei cari e dolci esserini per poterli stringere forte forte… (ehm, /mode sdolcinato off)…

Purtroppo molti punti interrogativi del film rimangono aperti, il successo è, quindi strettamente proporzionale a quanto sarete esigenti dal film.

Dimenticavo, per me Fiorello (che narra la storia nella versione italiana -_-) è un po’ troppo invadente.

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...