no! no! no! e no! ambientalisti = rompete proprio le palle! (?)

Sempre più spesso ci capita di sentirci dire, in relazione al nostro interesse verso le tematiche ambientali, che siamo dei rompiballe;

Per esempio, oggi raccontando lo sconcerto provato di fronte a degli alberi tagliati di cui scrivevo nel post precedente, e del fatto che ci siamo messi in contatto con le associazioni e le autorità locali per saperne di più, mi son beccata della rompiballe;

Qualche giorno fà mostrando il nostro disappunto sulla costruzione di nuove strade (che ovviamente dovranno passare su dei terreni da disboscare) ci siamo beccati degli "anti-progressisti" o qualcosa del genere, perchè le strade tolgono traffico (?!?! non siamo assolutamente d’accordo) e sicuramente ne abbiamo bisogno.

Di fronte al dubbio di alcuni cittadini che non volevano la costuzione di un ponte a fronte della distruzione di alberi, per quanto incustoditi e trascurati (mai pensare alla rivalutazione del verde, ad una pulizia, alla costruzione di qualcosa di "naturale") mi sento dire che le case a fronte di questa infrastruttura hanno acquistato valore… sì ma .. dove vai a giocare? dove vai in bici? siamo reclusi in casa, oppure al lavoro, a scuola, in palestra, e la vita all’aria aperta è un antico ricordo senza alcun valore.

Anche il movimento NO TAV è definito dall’informazione come "estremista" o "no global" con etichette connotate da violenza; invece il disappunto di cittadini che non vogliono un’opera che danneggia gli equilibri ambientali non viene considerata, anzi viene denigrata; l’impotenza di fronte a delle decisioni che altri prendono a nostro nome senza consultarci è grande, e vien meno il concetto di demograzia quando ogni tua azione viene descritta in un modo diverso da come era stato pensato. Certamente dispiace dover manifestare in concomità delle Olimpiadi per far sapere la propria opinione, ma in un momento storico di forte manipolazione dell’informazione, quando facendo delle manifestazioni tranquille i mass media non ti prendono in considerazione, allora l’unica soluzione è manifestare, altrettanto pacificamente, in un luogo dove i mass media si son già radunati, seppur per un diverso motivo.

Se noi rompiamo le palle è perchè abbiamo dei valori, e tra questi valori c’è la salvaguardia dell’ambiente.

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...