Trainspotting

Tratto dall’omonimo libro di Irvine Welsh, il film è il sunto delle storie di droga, sesso e violenza di un gruppo di ragazzi di Edimburgo, che spinti dalla noia e da tutto ciò che è illegale (o contro il buon senso comune).
Film molto simile a Radiofreccia infatti: ci sono giovani che provano di "fuggirr" dalla realtà e dalla società cercando rifugio nella droga (o nell’illegalità), vi è la voce narrante del protagonista "Renton" (Ewan McGregor) a tener insieme la storia, solo la violenza pare aver meno limiti.

Infatti, nonostante dei momenti veramente surreali come la nuotata nel water (che non è presente nel libro, quindi, ottima trovata di Danny Boyle) o la smerdata durante la colazione, il film è meno ottimista di quel che può sembrare… Renton si troverà a dover prendere una decisione molto sofferta, che farà abbandonare temporaneamente sensibilità e lealtà ad uno dei pochi protagonisti (insieme a Spud) che si può definire umano, e tutto per poter provare a cambiare vita, per l’ennesima volta…

Pietra miliare del cinema, tratta con apparente "leggerezza" argomenti quali droga e violenza.

Devo dire che non mi è piaciuto come il libro (finito da pochi giorni), ma è plausibile, in poco più di un ora e mezza era praticamente impossibile inserire del’altro… e già così il risultato merita una visione. E già che ci siete leggetevi anche il libro: consigliatissimi.

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...